“La politica francese ha voluto il Mondiale in Qatar” è polemica

Quando la Fifa ha assegnato il Mondiale in Qatar non sono mancate le polemiche e di recente si è fatta chiarezza sulla situazione.

Durante la diretta di TvPlay sulla piattaforma di Twitch è intervenuto l’avvocato francese Juan Branco, con quest’ultimo che ha voluto svuotare il sacco su una serie di problematiche derivate dall’assegnazione del Mondiale in Qatar.

Mondiali
LaPresse

Secondo il noto avvocato transalpino non è stata semplicemente una decisione della FIFA quella di assegnare il Mondiale al Qatar nel 2022, bensì c’è stata una forte intromissione da parte dei vari governi francesi.

“Secondo Macron non bisogna parlare di politica all’interno dello sport, ma in realtà il calcio è sempre stato molto influenzato da questa realtà. In Francia infatti è stato politicizzato prima da Sarkozy e poi dallo stesso Macron, con le relazioni tra Francia e Qatar che sono molto strette.”

Ha voluto iniziare con questi termini l’avvocato in diretta su TvPlay.

“La motivazione è derivata dal fatto che il Qatar ha salvato diverse aziende francesi durante la grave crisi del 2008, per questo motivo il ringraziamento da parte di Michel Platini, allora Presidente dell’Uefa, è stato quello di contribuire ad assegnare il Mondiale al Qatar. L’intervento di Macron è stato fondamentale per permettere a Mbappé di rimanere al Paris Saint Germain, con il Presidente che ha negoziato direttamente anche con Al Thani”.

“La corruzione in Francia è accettata”: bomba dell’avvocato Branco

L’intervista davvero molto interessante che potrete seguire sul canale di TvPlay su Twitch, prosegue con l’avvocato Juan Branco che spiega come la situazione legata alla corruzione in Francia sia davvero molto complicata.

“Abbiamo più volte denunciato questa corruzione che ha permesso al Paris Saint Germain di diventare una super potenza in Francia, ma purtroppo ormai questa idea sembra accettata dalla nazione. È normale che i tifosi sognino degli sceicchi a capo della propria squadra, questo permetterebbe di creare grandi formazioni, ed è la speranza del pubblico italiano e vediamo l’entusiasmo dei tifosi del Newcastle in Inghilterra per l’ingresso della proprietà saudita, ma è davvero difficile da comprendere il perché la politica accetti queste intromissioni.”

L’avvocato Branco ha concluso il suo intervento su TvPlay con una frase che ormai viene ripetuta molto spesso ma che sembra ormai la realtà dei fatti.

“Attualmente nel calcio ci sono davvero troppi soldi e soprattutto c’è una intensa attività da parte della politica.”

Per poter seguire questa intervista, così come tante altre sempre molto interessanti, ricordatevi di seguire TvPlay su Twitch, Instagram e YouTube.

Gestione cookie