L’importanza di Cristiano Ronaldo: la Juventus lo rimpiange per un motivo

La Juventus si sta rendendo conto dell’importanza che aveva Cristiano Ronaldo; il portoghese era fondamentale per un fattore specifico.

cristiano ronaldo
Cristiano Ronaldo (LaPresse)

Nel momento di maggiore spicco della Juventus degli ultimi anni abbiamo assistito all’arrivo, a Torino, di un certo Cristiano Ronaldo.

Il trasferimento del portoghese in bianconero è stata la certificazione di un periodo di dominio puro, sotto tutti i punti di vista, da parte della Juve. Il portoghese ha permesso di creare un vuoto ancora maggiore rispetto alle pretendenti.

Le qualità di Cristiano Ronaldo le conosciamo benissimo e le ha mostrate anche in Italia: forza fisica, abilità nel gioco aereo, straordinaria capacità realizzativa e incredibile abilità nel trascinare i propri compagni.

Un giocatore superiore alla media che, forse, ha vissuto alla Juventus il suo ultimo grande momento della carriera; ai bianconeri il portoghese manca? Difficile parlare di rimpianti visto le scelte che sono state fatte e anche il peso economico di un giocatore come Ronaldo.

Bisogna, però, ammettere una cosa molto importante; i bianconeri, da quando CR7 se ne è andato, non sono più riusciti a vincere un trofeo.

Dato su cui è necessaria una riflessione; se da una parte i problemi della Juventus, in questi ultimi anni sono stati diversi, dall’altra un giocatore come Cristiano Ronaldo sa risolverli i problemi grazie alla sua enorme qualità.

Non possiamo poi non sottolineare la sua importanza a livello di vittorie; il portoghese ha la mentalità vincente, vuole vincere e sa come farlo. Con uno come lui in rosa è impossibile rilassarsi perché Ronaldo ti tiene sempre con la concentrazione ai massimi livelli.

Ecco perché non sorprende più di tanto che, senza il portoghese, la Juventus non sia ancora stata in grado di alzare un trofeo.

Cristiano Ronaldo e la sua importanza: nessuno come lui

Abbiamo giustamente sottolineato l’importanza di Cristiano Ronaldo; un giocatore come lui è difficile da trovare perciò fare paragoni è praticamente impossibile. Ad oggi non esiste nessuno che possa prendere il suo posto e riuscire ad essere il trascinatore della Juventus.

In un momento come questo, i bianconeri non possono appoggiarsi ad un singolo ma devono cercare nel lavoro collettivo, nella squadra la soluzione ai problemi.

Il prossimo anno, da questo punto di vista, sarà fondamentale; la Juventus rischia di perdere giocatori importanti e dovrà essere brava, eventualmente, a trovare i giusti sostituti perché i bianconeri non possono continuare a non vincere trofei indipendentemente dall’assenza di Cristiano Ronaldo.

Impostazioni privacy