Cuadrado, ecco perché è importante: la Juve non può farne a meno

La Juventus ha bisogno di certezze e una di queste sembra essere Cuadrado; ecco perché il giocatore è indispensabile per i bianconeri.

cuadrado
Cuadrado (LaPresse)

Non è stata una stagione positiva per la Juventus; i bianconeri hanno faticato sia in campionato sia in ambito internazionale dove sono stati eliminati prima ai gironi di Champions e poi in semifinale di Europa League. A questo bisogna aggiungere anche la sconfitta in coppa Italia contro l’Inter.

All’interno della rosa bianconera sono stati diversi i giocatori che hanno reso al di sotto delle aspettative; tra questi non possiamo non menzionare Cuadrado.

L’esterno ha vissuto una stagione di alti e bassi non riuscendo a trovare quella continuità di rendimento di cui la Juventus avrebbe avuto assolutamente bisogno.

Parliamo, infatti, di un giocatore forte in grado di creare la superiorità numerica grazie alla sua abilità nell’uno contro uno; caratteristiche che, in questa stagione, si è vista veramente poche volte.

Il contratto di Cuadrado scade il prossimo trenta giugno ma sul suo futuro non sembrano ancora esserci certezze; nel mercato può succedere di tutto e la Juventus, prima di poter costruire la rosa del prossimo anno, vuole capire come andranno a finire le situazioni extra campo.

Bisogna, però, sottolineare una cosa molto importante: Cuadrado è un giocatore fondamentale dal punto di vista tattico oltre che tecnico.

In questo momento la Juventus ha bisogno sì di certezze ma anche di ripartire da un blocco esperto che possa guidare i bianconeri alla rinascita e l’esterno colombiano sembra essere perfetto per questo compito.

Ribadendo come sul futuro di Cuadrado non si possano avere certezze, dobbiamo anche considerare la possibilità che il giocatore resti un’altra stagione alla Juventus; la sua esperienza potrebbe essere di grande aiuto.

Cuadrado tatticamente importante: può essere il jolly della Juve

Abbiamo detto di come Cuadrado sia un giocatore tatticamente fondamentale; l’esterno può rappresentare il jolly della Juventus ma andiamo con ordine. Qualora il prossimo anno la squadra dovesse tornare al 4-3-3 sono due i ruoli che potrebbe ricoprire il classe 1988.

Il primo è quello di terzino destro che ha imparato a fare nel corso della sua esperienza bianconera; il secondo, decisamente più consono alle sue caratteristiche, è quello di attaccante esterno di un tridente.

Cuadrado, però, può essere utile anche nel 3-5-2; il fatto di aver ricoperto anche il ruolo di terzino lo rende perfetto per fare l’esterno a tutta fascia dal momento che, in questa posizione, il giocatore è chiamato a svolgere entrambi le fasi di gioco con grande efficacia.

Impostazioni privacy