Juventus, Weah non basta: serve un altro esterno

L’acquisto di Weah non può bastare per la Juventus; i bianconeri, per la prossima stagione, hanno bisogno di un altro esterno.

La prossima stagione deve essere quella del riscatto della Juventus; i bianconeri devono lottare, obbligatoriamente, per lo scudetto dopo tre anni in cui sono state altre squadre a vincere la Serie A. Allegri (che non ha mai avuto il totale consenso dei tifosi) deve riportare la squadra sul tetto d’Italia; per farlo, nonostante la mancata qualificazione alla prossima Champions League, serve un mercato importante.

weah
Weah (LaPresse)

Al momento la Juventus ha rinnovato Rabiot, centrocampista considerato fondamentale per la Juventus sia da un punto di vista delle prestazioni sia da un punto di vista realizzativo, ha acquistato a livello definitivo Milik (sarà l’alternativa numero uno a Vlahovic) e ha comprato Weah, il figlio d’arte su cui ci sono tante speranze.

Il giovane attaccante statunitense, nel 3-5-2 di Allegri, sarà molto probabilmente l’esterno destro con il compito di ricoprire sia la fase difensiva sia quella offensiva. Il classe 2000 però non può bastare considerando la necessità, del giocatore, di ambientarsi in un campionato per nulla semplice (e molto tattico) come quello italiano.

Ecco perché, in questa sessione di mercato, la Juventus ha bisogno di acquistare un altro esterno; nel 3-5-2 il ruolo dei cosiddetti quinti è fondamentale e si chiede a questi giocatori uno sforzo fisico notevole.

I bianconeri, molto probabilmente, non saranno impegnati in ambito internazionale e quindi non dovrà disputare il triplo impegno a settima. Aspetto molto importante ma che non cambierebbe le strategie di mercato: la Juventus, Europa o meno, ha bisogno di un altro esterno per rinforzare la rosa a disposizione di Allegri.

Juventus, serve un esterno: nel frattempo si punta su Kostic

Al momento non sembrano esserci nomi preferiti dalla Juventus per andare a rinforzare il ruolo degli esterni; il lavoro di Giuntoli, da qui a fine mercato, sarà piuttosto importante e dovrà regalare ad Allegri una rosa che possa competere fino alla fine per lo scudetto.

In attesa di capire le mosse dei bianconeri, in questa precisa zona di campo, la Juve ha una grande certezza e si chiama Kostic; l’esterno, arrivato nella scorsa sessione estiva di mercato, ci ha messo pochissimo ad imporsi nel sistema di gioco dei bianconeri.

Sia in un 4-3-3 sia in un 3-5-2, l’ex Eintracht Francoforte ha saputo dimostrare le sue qualità nell’uno contro uno e nell’andare a saltare costantemente l’avversario. I soli Weah e Kostic non sono sufficienti per una squadra che deve, la prossima stagione, essere candidata per la vittoria dello scudetto.

Impostazioni privacy