Ribery, outfit “tamarro” in giro per Salerno: “Ma come ti vesti?”

Franck Ribery è tra i migliori giocatori della sua generazione, ma nella giornata di oggi si è reso protagonista di una foto davvero assurda.

La Serie A è stata ben contenta tre anni fa di accogliere nel proprio campionato un campione di livello mondiale come Franck Ribery, ma nessuno pensava davvero di poterlo vedere combinato in questa maniera.

Franck Ribery foto strana

Franck Ribery nonostante l’età è ancora oggi uno dei giocatori più apprezzati di tutto il campionato e la scelta di andare a giocare per una neopromossa come la Salernitana lo ha reso ancora più amato da tutti i tifosi d’Italia.

Il francese ha continuato a mostrare lampi di classe eppure il mondo di Instagram si è svegliato questa mattina con una davvero insolita notizia.

Ribery ha spiegato con un post di essere rientrato quest’oggi ad allenarsi a causa di un’infezione dovuta da quel maledetto Coronavirus che ormai da due anni sta stravolgendo la vita del mondo e l’ex Fiorentina ha così deciso di spiegare il tutto mostrandosi a bordo della sua macchina con un cappotto davvero particolare.

Forse si tratta di un pigiama, forse di una tuta, fatto sta che il colore giallognolo e verde scuro delle fragole disegnate su sfondo beige ha lasciato davvero sconcertati tutti.

Evra, la dichiarazione destinata a far discutere: ecco cosa ha detto

Nel post non dimentica di ringraziare Allah, è infatti estremamente nota la sua fede islamica, ma nessuno probabilmente ha fatto caso al suo messaggio, con tutti davvero troppo intenti a capire il perché di quel look così assurdo.

Ribery il Maradona di Salerno

Quando è arrivato alla Salernitana nessuno voleva crederci perché a tutti è sembrato fin da subito un vero e proprio sogno a occhi aperti.

La società granata infatti sta disputando quest’anno solamente il terzo campionato di Serie A nella sua storia e trovarsi in rosa un giocatore che nel 2013 sfiorò il Pallone d’oro ha reso il tutto davvero incredibile.

Ribery infatti è stato uno di quei giocatori che ha solo sfiorato il titolo di miglior giocatore d’Europa, dato che anche lui è stato fermato dalla presenza di quei due fenomeni assoluti di Lionel Messi e Cristiano Ronaldo.

Il francese ha accettato con grande entusiasmo l’esperienza in Campania, dimostrando come l’Italia stia ormai diventando la sua seconda casa, convinto a rinnovare l’esperienza nel Belpaese anche dopo la fine del contratto con la Fiorentina.

A farlo scoprire al mondo intero era stato Raymond Domenech che un po’ a sorpresa lo aveva chiamato in occasione del Mondiale del 2006, quando era da poco rientrato da un’esperienza non proprio fortunata in Turchia con il Galatasaray.

Da quel momento la vita di Franck è decisamente cambiata, con la vittoria della Champions League del 2013 da assoluto protagonista come ciliegina sulla torta di una carriera davvero memorabile.

Schick-Juventus, ecco perchè è saltato tutto: “Tutta colpa sua”

Dall’Allianz Arena all’Arechi di Salerno il passo alla fine è stato abbastanza breve, ma quello che ormai tutti si stanno continuando a domandare è solamente dove Ribery sia riuscito a trovare quello stranissimo pigiama con le fragole color verde e la fogliolina gialla.