Quanti soldi servono per vincere lo Scudetto? La cifra definitiva

Le grandi squadre non possono badare troppo alle spese, altrimenti è impossibile vincere lo Scudetto in giro per i grandi campionati europei.

La Serie A è sicuramente tra i campionati più affascinanti del mondo, tanto è vero che per poter ottenere grandi risultati è fondamentale intervenire in maniera molto decisa sul mercato e investire un gran numero di denaro, ma non è chiaramente l’unico nel quale gli investimenti sono a dir poco fondamentali e per questo motivo andiamo insieme a vedere quanto costa vincere punto per punto i principali cinque campionati europei.

Soldi campionato (Pixabay)
Soldi campionato (Pixabay)

Quest’anno la finaliste delle Coppe europee sono arrivate da ben 6 nazioni diverse, un qualcosa che permette di capire come il calcio continentale sia davvero di grande livello un po’ ovunque, con l’Italia che ha finalmente potuto tornare ad alzare un trofeo con la Roma di José Mourinho.

Non solo però le coppe europee sono considerate un grande traguardo e trofeo per le squadre di tutto il mondo, ma dobbiamo anche tenere in mente che i campionati hanno sempre un fascino unico nel proprio genere e per vincere non è mai assolutamente facile, come lo dimostra la nostra Serie A.

Il Milan è tornato a vincerla dopo ben 11 anni di digiuno, totalizzando 86 punti e spendendo nel corso degli anni per costruire la rosa, prendendo Transfermarkt come fonte, 242,62 milioni di euro, la quarta in totale in Italia dietro a Juventus, Napoli e Roma, stranamente con l’Inter molto più indietro in questa classifica.

Dunque ogni punto conquistato in questa stagione al Diavolo è costato 2,8 milioni di euro, una cifra che è la più bassa in assoluto in Europa tra i più importanti campionati europei, perché infatti adesso andremo a vedere cosa è successo anche in Inghilterra, Spagna, Germania e Francia.

Manchester City la più spendacciona per lo Scudetto: seguono PSG, Real e Bayern

La squadra che più di tutti ha speso per formare la sua attuale rosa è il Manchester City, e su questo non c’erano particolari dubbi, tanto è vero che ha investito nel mercato in totale addirittura 985,80 milioni di euro, una cifra pazzesca e impensabile, per vincere la Premier con 93 punti, dunque il costo totale di ogni punto è stato di ben 10,6 milioni.

Al secondo posto, e anche qui non può essere certamente un qualcosa di sconvolgente, c’è il Paris Saint Germain che sul mercato ha investito un totale di 867,90 milioni, molto meno rispetto ai Citizens anche grazie alla scelta di operare molto spesso con parametri zero, vedi i casi Messi, Donnarumma, Wijnaldum e Sergio Ramos.

La media per poter ottenere i suoi 86 punti e vincere la Ligue 1 sono leggermente inferiori a quelli degli inglesi, con ogni punto che è costato circa 10,09 milioni di euro e forse il punteggio finale nel campionato francese è un pochino deludente rispetto alle previsioni.

Al terzo posto tra i campioni più spendaccioni trovano il Real Madrid che ha però saputo spendere sempre in maniera intelligente, tanto è vero che si trova settimo in questa particolare classifica, alle spalle anche della Juventus, con un costo della rosa di 529,50 milioni di euro, arrivando così a far valere ogni punto guadagnato solamente 6,1 milione, una cifra molto contenuta considerando come le Merengues siano anche in finale di Champions League.

Infine quella più attenta di tutte nella costruzione della rosa è stato il Bayern Monaco, con i tedeschi che hanno speso solamente 380,50 milioni per totalizzare a fine anno 77 punti, ricordiamo inoltre che la Bundesliga è fatta di 34 giornate e non 38 come negli altri campionati, portando così il costo di ogni punto a soli 4,95 milioni.