Muriel, la Juventus ci ha provato fino alla fine: ecco le cifre da infarto

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Prima di accelerare per Kostic e per Depay, la Juventus aveva provato a prendere Muriel; ecco cosa ha impedito il buon esito dell’operazione.

L’ultima amichevole disputata, la pesante sconfitta contro l’Atletico Madrid per 4-0 (da sottolineare, in uno strano scherzo del destino, la tripletta di Morata), la società bianconera ha deciso di dare una decisa accelerata in fase di mercato. L’obiettivo è regalare ad Allegri una rosa che possa competere, al meglio, in tutte e tre le competizioni. Dal punto di vista offensivo servivano due innesti con la Juventus che ha puntato su Kostic per l’esterno e Depay come vice Vlahovic; prima di prendere questa decisione, però, i bianconeri sembra che abbiano fatto di tutto per portare Muriel alla corte di Allegri.

Muriel
LaPresse

Tra i reparti che rischiano di subire una profonda rivoluzione rispetto all’anno scorso troviamo, senza alcun dubbio, quello offensivo. Tolti Vlahovic e Chiesa (il rientro è sempre più vicino), la Juventus ha acquistato Di Maria, Kostic ed è praticamente fatta per Depay. Considerando anche la permanenza di Kean, l’attacco a disposizione di Allegri è completo ed uno dei più forti in Serie A.

Il tecnico della Juventus, infatti, ha una varietà incredibile di soluzioni per quanto riguarda l’attacco; con tutti gli uomini a disposizione si può scegliere di giocare con il 4-3-3 (ci sono praticamente due tridenti) con il 4-3-1-2 ma anche con il 4-2-3-1 in un modulo ultra offensivo ma con tantissima qualità a disposizione.

Qualità che avrebbe portato anche Muriel; l’attaccante dell’Atalanta, infatti, sembrava essere tra gli obiettivi della società bianconera. Giocatore che avrebbe risolto due problemi in uno considerando la capacità del colombiano di essere utilizzato sia come attaccante esterno sia come prima punta anche se con caratteristiche diverse da quelle di Vlahovic.

Muriel-Juventus, ecco perché non si farà: l’incredibile retroscena

Come abbiamo detto, la società bianconera era interessata a Muriel e voleva regalare ad Allegri un giocatore di enorme talento che, soprattutto entrando dalla panchina, è in grado di fare la differenza. La prospettiva di lottare per lo scudetto e giocare in Champions League potevano, sicuramente, fare la differenza. Alla fine, però, non si è fatto nulla con la trattativa definitivamente saltata; i motivi sono sostanzialmente due e il primo è da ricercare nelle richieste dell’Atalanta considerate troppo alte dalla società bianconera.

Proprio per abbassare il prezzo, la Juventus ha provato ad inserire una contropartita e qui arriviamo al secondo motivo che ha impedito la buona riuscita dell’operazione. Sembra, infatti, che i bianconeri abbiano proposto Kean ricevendo un secco no da parte della squadra bergamasca. Muriel, dunque, resta all’Atalanta con la Juventus che ha puntato su altri obiettivi.