Che Qatar è successo? Ep 10: il Senegal sorprende l’Ecuador, Olanda e Inghilterra prime

Inizia la terza giornata del mondiale in Qatar ed è tempo di verdetti; andiamo a vedere le qualificate dei Gruppi A e B.

Ecuador-Senegal
LaPresse

Nella giornata di ieri abbiamo assistito alla qualificazione, agli ottavi di finale e con una giornata di anticipo, di Brasile e Portogallo, due delle principali favorite per la vittoria finale. Oggi, invece, sono iniziate le terze giornate ed è tempo di verdetti; iniziamo dai gironi A e B dove erano presenti situazioni che dovevano essere chiarite definitivamente.

Nel Gruppo A, l’Olanda sfidava un Qatar già eliminato e, proprio per questo, non poteva permettersi passi falsi. Serviva una vittoria convincente sia in ottica primo posto ma soprattutto per dare risposte positive dopo le prime due uscite che avevano dato più dubbi che certezze.

I padroni di casa, dal canto loro, dovevano fornire una prestazione di orgoglio per lasciare il mondiale nel miglior modo possibile. E’ chiaro, però, come la partita più importante del girone era quella che metteva di fronte Ecuador e Senegal.

Da una parte Valencia e compagni avevano bisogno di un punto per andare avanti in questa competizione; dall’altra i ragazzi di Aliou Cissé potevano solo vincere. Novanta minuti ad altissima intensità per stabilire chi si andrà a giocare gli ottavi di finale.

Passiamo, ora, al Gruppo B; l’Inghilterra, dopo il mezzo passo falso con gli Stati Uniti (gara finita zero a zero), doveva vincere contro il Galles per avere la certezza di chiudere il proprio raggruppamento al primo posto. Bale e compagni, invece, erano appesi ad un filo; la speranza di proseguire l’avventura in Qatar era veramente minima ma nel mondiale tutto può succedere e la squadra aveva il dovere di giocarsi le proprie carte fino alla fine.

Il secondo match metteva di fronte Iran e Usa; i ragazzi di Queiroz, dopo il successo in extremis contro il Galles, avevano la grande chance di qualificarsi agli ottavi di finale e scrivere una delle pagine più belle di questo mondiale. Di fronte, però, McKennie e compagni che partivano, ovviamente, con i favori del pronostico.

Gruppo A, l’Olanda conquista il primo posto: sorpresa Senegal

Iniziamo con il Gruppo A dove non ci sono state sorprese per quanto riguarda il primo posto; l’Olanda, infatti, ha battuto il Qatar per due a zero in una partita che, onestamente, non ha emozionato più di tanto. I padroni di casa hanno provato a sfruttare le loro caratteristiche, specialmente in contropiede ma non sono mai stati realmente pericolosi per la retroguardia olandese.

Olanda-Qatar
LaPresse

I ragazzi di van Gaal, senza troppi problemi ma senza disputare questa grande partita, hanno ottenuto la seconda vittoria in tre partite (alla seconda è arrivato un pareggio) consolidando il primo posto. Da sottolineare la terza rete di Gakpo che conferma l’ottimo momento di forma e la sua indispensabilità per questa nazionale. Prima da titolare per Depay il cui pieno recupero è fondamentale per le ambizioni dell’Olanda.

La vera sorpresa l’abbiamo avuta nell’altra partita del turno; l’Ecuador, con due risultati a disposizione su tre, sono stati sconfitti da un Senegal autore di una super prestazione considerando anche l’assenza del totem della squadra, Mané. A risultare decisivo è stato Koulibaly, ex difensore del Napoli.

Per quanto riguarda l’Ecuador, il problema potrebbe essere stato proprio il fare affidamento su due risultati su tre; è sicuramente una grande occasione persa per una nazionale che, ed è una notizia da sottolineare, non fa risultato nel match in cui Enner  Valencia non riesce a trovare la via della rete. Agli ottavi, dunque, volano Olanda e Senegal.

Gruppo B, Inghilterra senza problemi: gli Stati Uniti chiudono al secondo posto

Per quanto riguarda il Gruppo B, nessun problema per l’Inghilterra contro un Galles le cui speranze di qualificazioni erano veramente appese ad un filo. Partita dominata dai Tre Leoni che hanno scatenato la loro qualità nella riprese con tre gol in un tempo.

Galles-Inghilterra
LaPresse

Ottima prestazione da parte di Foden, alla prima da titolare e subito in gol. Conferme, invece, per Rashford mentre è rimasto ancora a secco Kane; la nazionale inglese spera di trovare i suoi gol nella fase ad eliminazione diretta.

Se l’Inghilterra ha controllato la propria partita dall’inizio alla fine, abbiamo visto maggior equilibrio nella sfida tra Iran e Stati Uniti. Posta in palio altissima con i ragazzi di Queiroz che cercavano una storica qualificazione agli ottavi di finale mentre McKennie e compagni volevano voleva la prima vittoria nel girone.

Al termine di una partita lunghissima, sono gli Stati Uniti a festeggiare grazie al gol, nel finale del primo tempo, di Pulisic. Una rete che permette alla sua nazionale di volare agli ottavi di finale dove ci sarà la sfida all’Olanda. Partita molto intelligente degli Stati Uniti, bravi a sfruttare il momento favorevole nel primo tempo.

Per quanto riguarda l’Iran, è mancato l’ultimo guizzo; possiamo comunque definire positivo il percorso mondiale di Taremi e compagni che hanno disputato un mondiale assolutamente dignitoso sperando, fino alla fine, nella qualificazione. Agli ottavi di finale avremo Olanda-Stati Uniti e Inghilterra-Senegal; il tabellone ad eliminazione diretta si comincia a delineare.