“Mi sono drogato, prendevo di tutto” Il dramma segreto dell’ex calciatore

Un ex calciatore è stato colpito da un vero e proprio dramma; andiamo a vedere di cosa si tratta e che fine ha fatto.

giocatore disperato
Adobe

Il calcio è, probabilmente, uno degli sport che tutti i bambini sognano di fare da piccoli; praticamente tutti hanno desiderato, almeno una volta, di giocare per la propria squadra del cuore e segnare un gol decisivo in una finale di Champions.

Molti, però, non sanno che non tutto è oro quello che luccica; in alcuni casi anche quello che sembra essere il mestiere più bello del mondo nasconde delle difficoltà magari inaspettate.

E’ il caso di un ex calciatore che ha raccontato di aver vissuto un vero e proprio dramma ma andiamo con ordine ed iniziamo con il dire che stiamo parlando di Maurizio Schillaci, ex attaccante. Il momento più alto della sua carriera è stato, probabilmente, il passaggio alla Lazio.

Una carriera caratterizzata, purtroppo, da diversi problemi fisici; una situazione che, a quanto sembra, il giocatore non è stato in grado di gestire e una volta finita la carriera (come raccontato da lui stesso) sono finiti i soldi e anche a livello sentimentale le cose sono precipitate.

Questa situazione lo ha portato a cadere in un vero e proprio tunnel di depressione, povertà e non solo; Maurizio Schillaci, infatti, ha raccontato di aver vissuto un momento difficilissimo (durato cinque/sei anni) dove si è rifugiato, purtroppo, nella droga.

Difficile, difficilissimo uscire quando si entra in un determinato tunnel ma Maurizio Schillaci è riuscito a venirne fuori. Un periodo in cui si è trovato a dormire in una macchina, una panda non sua trovata aperta per strada.

Maurizio Schillaci come sta oggi? Ecco che fine ha fatto

Iniziamo con il sottolineare una cosa molto importante: Maurizio Schillaci non vive più in una panda come raccontato da lui stesso ma sembra che non abbia ancora risolto i problemi economici.

La speranza è che, a distanza di tempo, qualcuno possa dare una seconda occasione a Maurizio Schillaci perché si sa, le seconde occasioni le meritano tutti.

Impostazioni privacy