Dzeko finisce sotto accusa: “Provo tanta vergogna”

Dzeko, attaccante dell’Inter, è finito sotto le critiche dei tifosi bianconeri per quanto successo al fischio finale del match con la Juve.

Una partita tesa, ricca di polemiche e con la rissa scoppiata a fine gara; quanto successo nell’andata della semifinale di andata di Coppa Italia tra Juventus ed Inter lo potremmo definire un normale derby d’Italia.

Ormai, infatti, è praticamente impossibile non avere polemiche all’interno di una partita particolarmente sentita dalle due tifoserie. E’ chiaro che quanto successo al fischio finale, con Cuadrado e Handanovic faccia a faccia, non sia una bella immagine per il calcio.

dzeko
Dzeko (LaPresse)

Probabilmente le polemiche dello Stadium andranno avanti fino alla gara di ritorno quando, in un San Siro che possiamo già immaginare pieno, si deciderà chi andrà in finale di Coppa Italia.

Uno dei protagonisti del match di ritorno sarà, per forza di cose, Dzeko; il bosniaco, infatti, sarà al centro dell’attacco nerazzurro complice la squalifica di Lukaku. L’ex attaccante della Roma è stato preso di mira dai tifosi bianconeri per quanto successo a fine gara.

Dzeko attaccato dai tifosi della Juventus: ecco cosa è successo

Come possiamo vedere da questo video, Dzeko è andato sotto la sua curva indicando lo stemma e incitando la propria tifoseria. Immagine che non sembra essere completamente piaciuta ai tifosi avversari.

Gran parte del popolo bianconero ha ritenuto fuori luogo o comunque eccessiva l’esultanza dell’attaccante dell’Inter considerando il risultato finale della partita. Il match si è concluso sul punteggio di uno a uno e Dzeko è stato criticato proprio per aver esultato in questo modo nonostante la sua squadra non abbia vinto.

La reazione del bosniaco può risultare eccessiva ma testimonia l’importanza di una gara che l’Inter non voleva perdere; affrontare il ritorno senza l’obbligo di dover rimontare (contro una squadra come la Juventus, molto abile in fase difensiva, non è per nulla semplice) è sicuramente molto importante in ottica qualificazione.

Possiamo, poi, dare un’altra spiegazione all’esultanza, così carica, di Dzeko; l’Inter non arriva a questo appuntamento nel migliore dei modi visto le tre sconfitte consecutive in campionato che hanno messo a rischia anche l’accesso alla prossima Champions League.

Riuscire a pareggiare, in casa della Juventus all’ultimo secondo, può solo che far bene al morale di una squadra attesa da diversi appuntamenti molto importanti tra campionato e coppe. Ecco perché Dzeko, al fischi finale del match, ha voluto sprigionare tutta la sua felicità andando sotto ai propri tifosi con il dito ad indicare lo stemma nerazzurro.

Impostazioni privacy