Deciso il futuro di Arthur: non si torna indietro

Ormai la decisione sul futuro di Arthur sembra essere arrivata; andiamo a vedere quali conseguenze ci saranno sul mercato della Juventus.

Nell’ultimo giorno della sessione estiva di mercato, la Juventus si è resa protagonista con una cessione molto importante; parliamo di Arthur, mandato in prestito al Liverpool.

Il riscatto, piuttosto alto (37.5 milioni di euro), garantirebbe ai bianconeri una liquidità importante da reinvestire sul mercato.

arthur
Arthur (LaPresse)

Secondo le ultime indiscrezioni, però, la Juventus non riceverà quei soldi; il Liverpool, infatti, non ha nessuna intenzione di riscattare un centrocampista che anche in Premier non è riuscito ad imporsi.

La stagione di Arthur al Liverpool la possiamo considerare negativa e, proprio per questo, il centrocampista tornerà alla Juventus al termine della stagione.

Non la migliore delle notizie possibili per i bianconeri che si ritroveranno un giocatore ormai fuori dai progetti tecnici di Allegri.

In estate, dunque, la Juventus dovrà risolvere una situazione decisamente spinosa; sarà molto complicato trovare un club disposto ad acquistare Arthur a titolo definitivo.

L’ipotesi più plausibile è quella di un nuovo prestito con la speranza che, questa volta, il centrocampista brasiliano possa mostrare le sue qualità e trovare una sistemazione definitiva per ricominciare a giocare con maggiore continuità.

Arthur, dunque, tornerà alla Juventus ma sarà un ritorno temporaneo in attesa di un trasferimento che possa accontentare sia il centrocampista sia il club bianconero.

Juventus, Arthur verso il ritorno: le mosse dei bianconeri per il centrocampo

A fine stagione, dunque, Arthur tornerà alla Juventus ma come detto non farà parte della rosa dei bianconeri del prossimo anno. In mezzo al campo le mosse potrebbero essere due: un regista e una mezzala.

Nel primo caso, viste le difficoltà incontrate da Paredes in questa stagione, si cercherà un regista diverso dall’argentino che possa integrarsi alla perfezione nel sistema di gioco di Allegri e dare un contributo maggiore rispetto a quello avuto (fino ad ora) dall’ex Roma.

Per quanto riguarda la mezzala, invece, il sogno della Juventus sembra essere sempre Milinkovic ma tutto dipenderà da Rabiot.

Il francese ha il contratto in scadenza il prossimo trenta giugno e la società farà di tutto per rinnovare il classe 1995 considerando la sua importanza nella rosa di Allegri.

Rabiot tatticamente parlando è indispensabile e, in questa stagione, sta trovando la giusta continuità anche a livello realizzativo; è lui il piano A della Juventus con Milinkovic alternativa principale.

Arrivare al centrocampista della Lazio non sarà per nulla semplice considerando sia il discorso economico sia la voglia, dei biancocelesti, di continuare a puntare su uno dei giocatori più forti dell’intera Serie A.