Juventus, novità per l’Europa: il possibile scenario

La Juventus ancora non sa se potrà giocare in Europa il prossimo anno; da questo punto di vista ci sono importanti novità.

L’ultima stagione della Juventus è stata, a dir poco, travagliata; in campo i bianconeri non sono riusciti a raggiungere nessun obiettivo tra il campionato (mai realmente competitivi per lo scudetto) e le coppe dove il cammino è stato negativo in tutte le competizioni a partire dalla Champions dove è arrivata l’eliminazione alla fase a gironi.

allegri
Allegri (Ansafoto)

E’ chiaro come, in Serie A, un ruolo importante lo abbia avuto la penalizzazione: prima i quindici punti tolti e poi restituiti e infine il meno dieci arrivato a pochi minuti dall’inizio della sfida con l’Empoli, persa dalla Juventus per quattro a uno con i ragazzi di Allegri che, evidentemente, sono crollati da un punto di vista mentale.

La Juventus ha chiuso il campionato al settimo posto (complice il gol di Dybala contro lo Spezia nei minuti finali) e questo significa Conference League; i bianconeri sono, probabilmente, la principale candidata alla vittoria della competizione ma non sanno se potranno giocarla. Non è ancora sicuro, infatti, se la Juve potrà scendere in campo a livello internazionale nella prossima stagione.

Una situazione complicata che, stando a quanto riferisce la Gazzetta dello Sport, si potrebbe risolvere entro la metà di luglio; chi osserva interessata è la Fiorentina. I viola hanno chiuso il campionato all’ottavo posto e, l’eventuale esclusione della Juventus, manderebbe in Conference i ragazzi di Italiano che avrebbero l’obiettivo di tornare in finale per rimediare alla sconfitta contro il West Ham.

Juventus, possibile esclusione dall’Europa: come cambia il campionato

I bianconeri, dunque, rischiano di vivere una stagione senza coppe e, come detto, in Conference la Juventus avrebbe giocato con i favori del pronostico. L’eventuale esclusione, però, non ha solamente aspetti negativi. Bisogna, infatti, considerare come giocare di giovedì (e fare trasferte anche piuttosto lunghe) non sia poi il massimo dovendo riscendere in campo la domenica sera o il lunedì nel monday night.

Giocare le coppe di giovedì, a meno che non si ha una rosa di ventidue titolari, rischia di pesare sull’andamento in campionato; proprio la Serie A vede l’altro aspetto positivo nel non partecipare, per una stagione, alle coppe. La Juventus ha l’obbligo di tornare a dominare il massimo campionato italiano.

Avere la possibilità di giocare una volta alla settimana, potendosi allenare regolarmente, è un fattore da tenere in grande considerazione; qualora i bianconeri dovessero essere, ufficialmente, esclusi dalla Conference non sarebbe poi così negativo