Bonucci, volontà chiara: possibile svolta

La volontà di Bonucci è piuttosto chiara e potrebbe anche rappresentare una svolta fondamentale nel corso della prossima stagione.

Un vero e proprio fulmine a ciel sereno quello che ha visto la Juventus comunicare a Bonucci il fatto di essere finito fuori rosa; che il centrale non avesse più un ruolo centrale nei bianconeri era piuttosto chiaro ma nessuno si sarebbe aspettato una situazione del genere. Il centrale azzurro, con il contratto in scadenza nel 2024, ha ancora dodici mesi con la maglia bianconera e la volontà era quella di chiudere la carriera nel migliore dei modi.

bonucci
Bonucci (LaPresse)

Il rischio è che il desiderio di Bonucci non sia realizzabile con il giocatore costretto a trovarsi un’altra squadra nel corso di questa sessione di mercato. Il difensore, per quanto fatto con la Juventus, meritava un altro tipo di addio; meritava di essere salutato in campo con tutto lo stadio ad applaudire un giocatore che, in maglia bianconera, ha scritto pagine indelebili nella storia del calcio.

Bonucci, Barzagli, Buffon e Chiellini; tre difensori ed un portiere che hanno scritto la storia della Juventus hanno rappresentato una vera e propria era calcistica di alto livello. Con l’addio di Bonucci si chiude una pagina bellissima del club bianconero; è vero non è ancora ufficiale ma, visto la comunicazione della società, è difficile immaginare uno scenario diverso.

La volontà del centrale azzurro, però, è piuttosto chiara; Bonucci vuole restare alla Juventus probabilmente anche per dimostrare, a tutti, la sua capacità di essere ancora determinante per un club come quello bianconero. I prossimi giorni saranno decisivi e definiranno il futuro di uno dei difensori più forti dell’intero campionato italiano.

Bonucci vuole restare: può ancora essere utile alla Juventus

Come detto la volontà del giocatore è quella di restare in bianconero; una situazione che non dobbiamo escludere considerando il contratto del difensore, in scadenza il prossimo trenta giugno 2024. Da un punto di vista tecnico e della leadership, Bonucci serve ancora alla Juventus; avere un giocatore con le sue qualità, e poterlo mandare in campo negli ultimi venti minuti di partita, può essere una risorsa non da poco.

Bisogna, però, considerare anche il rischio dell’eventuale permanenza di Bonucci; il giocatore, dopo aver ricevuto una comunicazione piuttosto chiara sul suo futuro, rischierebbe di restare completamente fermo per una stagione. Ipotesi poco gradita al difensore che punta, come ultimo appuntamento importante della sua carriera, all’Europeo del 2024 con l’Italia. Proprio per questo serve una profondo riflessione prima di prendere qualsiasi tipo di decisione.

Impostazioni privacy