Juventus, le top 5 plusvalenze: una non se la ricorda più nessuno

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

In questa sessione di mercato la Juventus ha ceduto de Ligt al Bayern Monaco; andiamo a vedere la top 5 delle plusvalenze bianconere.

Nel mercato non ci sono solo gli acquisti record ma esistono anche cessioni decisamente importanti che permettono ai vari club di avere la giusta liquidità da poter reinvestire per i nuovi acquisti. La Juventus, negli anni, ha incassato cifre importanti arrivate grazie alla cessioni di giocatori importanti e che hanno contribuito a fare la storia di questo club. Andiamo a vedere le cinque plusvalenze più importanti; una di queste è arrivata proprio in questa sessione di mercato.

Soldi
Adobe Stock

Iniziamo con de Ligt, passato nel corso di questa sessione di mercato al Bayern Monaco; il centrale, deluso per i risultati ottenuti nelle ultime due stagioni, ha deciso di accettare la corte del club tedesco considerando anche un gioco molto più adatto alle sue caratteristiche. I bavaresi hanno acquistato il difensore per una cifra di sessantasette milioni di euro. Affare irrinunciabile per la Juventus che ha avuto una plusvalenze di trentadue milioni

Passiamo, ora, a Bonucci; anche lui difensore e un vero e proprio idolo della Juventus. Nel suo rapporto con i tifosi bianconeri va però registrato il suo passaggio, per una sola stagione, al Milan; un trasferimento che fece discutere vista la rivalità tra i due club con i bianconeri ad ottenere quarantadue milioni di euro; in questo caso la plusvalenza è stata di trentotto milioni

Dobbiamo considerare anche Pjanic; il centrocampista (in questa sessione di mercato è stato accostato alla Juventus prima che Xavi lo levasse dal mercato) si trasferì proprio al Barcellona per una cifra di sessanta milioni di euro all’interno dell’operazione che, come ricordiamo, portò Arthur alla Juventus. L’esperienza del brasiliano in bianconero non è stata poi così fortunata. Nella cessione di Pjanic, la società bianconera ha portato a casa una plusvalenza pari a quarantatré milioni.

Juventus, ricordate queste due plusvalenze? Una riguarda Pogba

Vi ricordate Zidane? Uno dei giocatori francesi più forti degli ultimi anni; il fantasista ha vestito anche la maglia della Juventus deliziando il popolo bianconero con le sue giocate. Quando venne ceduto al Real Madrid, la società bianconera incassò la bellezza di settantasette milioni di euro con una plusvalenza intorno ai sessantanove milioni.

Chiudiamo con Pogba; il centrocampista francese, tornato in questa sessione di mercato, è alle prese con un problema fisico che lo terrà fuori per le prime cinque/sei giornate di campionato. Il classe 1993, quando venne acquistato dal Manchester United, permise alla Juventus di incassare la bellezza di centocinque milioni di euro; la plusvalenza, in questo caso, ammonta a settantasei milioni di euro.