Clamoroso Juventus, Simeone è stato ad un passo: i dettagli

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il Napoli ha chiuso per Simeone; la trattativa stava per saltare per l’interesse della Juve. Ecco perché l’attaccante ha scelto i partenopei.

Non possiamo definirlo un vero e proprio tormentone estivo ma ci si è avvicinato molto; stiamo parlando della trattativa che ha riguardato Simeone, attaccante reduce da una stagione ottima con la maglia del Verona in cui ha dimostrato di essere ormai pronto per il definitivo salto di qualità. La chiamata di un club importante è arrivata con il giocatore ad aver scelto il Napoli; l’operazione, però, ha rischiato di saltare per l’interesse della Juventus.

Giovanni Simeone
Ansafoto

Il fascino della Juventus, l’appeal della squadra più titolata d’Italia, è sempre importante; in questa sessione di mercato, inoltre, i bianconeri sono tornati ad attirare campioni (Pogba e Di Maria su tutti) per tornare a dominare il calcio italiano ed essere protagonista, fino alla fine, in ambito internazionale.

Ecco perché l’interesse della società bianconera, nei confronti di Simeone, ha spaventato il Napoli; come sappiamo i bianconeri avevano bisogno di completare il reparto offensivo e il classe 1995 sembrava essere uno dei profili migliori. Giocatore forte fisicamente, rapido, abile nell’uno contro uno e con un grande fiuto del gol come dimostrato, proprio, dalla sua ultima stagione.

La Juventus, dunque, ha provato ad inserirsi nella trattativa Napoli-Simeone per strappare l’attaccante ai partenopei ed aggiudicarsi un giocatore che sarebbe tornato molto utile per Allegri; va sottolineato, infatti, come il centravanti possa essere utilizzato sia nel 4-3-3 sia nel 4-2-3-1 sia nel 3-5-2 e questo per via della sua duttilità. Alla fine, però, Simeone è andato al Napoli; cerchiamo di capire il perché.

Tweet Simeone
Twitter

Simeone-Juventus: i due motivi che hanno impedito la buona riuscita dell’affare

Sappiamo benissimo che nel mercato gli accordi verbali contano fino ad un certo punto; fin quando non ci sono le firme ufficiali tutto può succedere e, in questa sessione di mercato, ne abbiamo avuto una dimostrazione con Dybala e Bremer. I due, infatti, sembravano promessi sposi dell’Inter prima di firmare, rispettivamente, con Roma e Juventus. La vicenda Simeone poteva subire lo stesso esito ma i bianconeri si sono mossi, effettivamente, troppo tardi per il giocatore che aveva trovato l’intesa completa con il Napoli. Anche in questo caso, però, i colpi di scena non sono mancati basti ricordare l’affare Malcom-Roma saltato all’ultimo istante.

Ad aver fatto la differenza sembra essere stata la volontà di Simeone; l’attaccante, infatti, alla Juventus non avrebbe avuto le stesse garanzie di continuità che ha nel Napoli con i partenopei bisognosi di sostituire sia Mertens che Insigne. Non abbiamo la certezza che sia andata realmente in questo modo; possiamo solamente dire come Simeone sarà un nuovo attaccante del Napoli e come, alla Juventus, abbia già fatto male.