Plusvalenze fittizie: la carta segreta tra Juventus e Atalanta

Un altro documento privato è venuto allo scoperto: riguarda i rapporti di mercato della Juventus e rischia di peggiorare la situazione.

documenti Juventus
Pixabay

L’inchiesta Prisma ha inevitabilmente scosso la Juventus. Le dimissioni del CdA bianconero hanno visto uscire di scena, dal punto di vista societario, AgnelliNedved Arrivabene: adesso, a riguardo, stanno venendo a galla molti documenti mai resi noti.

Vi avevamo già anticipato della questione relativa alla carte segrete di Ronaldo, ma la nuova, clamorosa indiscrezione non riguarderebbe un calciatore nello specifico. Al contrario, la questione sarebbe estesa interamente ad una società.

Dei buoni rapporti tra JuventusAtalanta a livello dirigenziale non c’erano dubbi. Semmai, questi sorgono nel momento in cui una scrittura del genere viene resa di dominio pubblico: rischia di scoppiare un vero e proprio scandalo, molto più ampio di quello visto e sentito finora.

carte Juventus & Atalanta
juvedipendenza

L’affare Kulusevski ed un’altra plusvalenza fittizia: ecco cosa chiedeva la Juventus

Nell’inverno a cavallo tra il 2019 e il 2020, la Juventus acquistava dall’Atalanta il giovane Dejan Kulusevski, esterno svedese di grande talento che in quella stagione stava facendo faville con il Parma, squadra a cui era stato girato in prestito.

Dejan Kulusevski
LaPresse

L’allora diciannovenne fu acquistano e lasciato in prestito ai crociati fino al giugno successivo per 35 milioni di euro pagabili in 5 esercizi più eventuali 9 milioni di euro di bonus.

Il documento relativo al trasferimento, ed è questa la clamorosa novità, svelerebbe però anche l’accordo che impegnava l’Atalanta ad acquistare dalla Juventus un calciatore da quest’ultima proposto per la cifra di 3 milioni di euro. Uno qualsiasi, di fatto, con tanto di firma dell’AD bergamascoLuca Percassi.

Insomma, uno dei casi sospetti di plusvalenze? O semplicemente una bravata che gira sui social online e che ha adescato tanti “creduloni”? Onestamente, saremmo propensi per la seconda.

La carta manca infatti d’intestazione e tutto sembrerebbe men che un documento ufficiale. Per cui andateci cauti con le notizie che verranno riportate nei prossimi giorni: molte saranno volte solo ad affossare la reputazione della Juventus.