Juventus, Platini: “Tornare alla Juve? No, perde troppe finali”

JUVENTUS, PLATINI- Michel Platini, intervistato sulle pagine della “Gazzetta dello Sport”, ha sottolineato la sua attuale posizione nei confronti della Fifa. Poi parole anche sulla Juventus.

SULLA FIFA

“Sto bene, sto riscoprendo la vita di una persona normale. Adesso che il pm ha riconosciuto che non ho fatto niente, non sono un corrotto, non ho rubato, non sono quello che dicevano quei buffoni della commissione etica, mi sento un altro. E andrò al contrattacco. Da quando mi hanno accusato è stato un incubo, andavo di commissione in commissione, sicuro della mia innocenza, e mi sono trovato squalificato. Otto anni, poi 6, poi 4… e la gente ha capito che era tutto falso, tutto già scritto. Tutte quelle idiozie della Fifa su di me. Ma è stato come prendere una sberla, e poi un’altra, e poi un’altra ancora. Duro”.

SULLA JUVE

Io presidente della Juve? Non succederà mai, perché non ritorno dove sono stato. E poi perde tante finali…”.

Impostazioni privacy