Milik e il riscatto: ecco quando si può chiudere la trattativa

Milik, arrivato in prestito, vuole restare alla Juventus e sembra esserci una data precisa in cui le parti potranno arrivare all’accordo.

milik
Milik (Ansafoto)

La Juventus, nella scorsa sessione estiva di mercato, si rese grande protagonista con una serie di investimenti importanti. Impossibile non citare l’arrivo di Milik; l’attaccante, preso in prestito, ha dimostrato fin da subito di poter essere più di una semplice riserva.

Il centravanti, a suon di prestazioni, è diventato una risorsa fondamentale per la Juventus; la società, per riscattarlo, non deve spendere una cifra impossibile e la trattativa sembra poter andare a buon fine.

Secondo le ultime indiscrezioni, l’agente di Milik dovrebbe essere a Torino nella settimana di Juve-Napoli; proprio in prossimità di quella partita potrebbe arrivare l’accordo definitivo per il riscatto del giocatore.

Milik a Torino si trova bene e non ha nessuna intenzione di lasciare il club bianconero; la Juventus è rimasta felicemente soddisfatta del rendimento del centravanti.

Ecco perché non dovrebbero esserci problemi per l’acquisto definitivo di un giocatore che può rappresentare una soluzione importante per il futuro del club più titolato d’Italia.

tweet milik
Tweet Milik (Twitter)

Al momento sono semplici indiscrezioni ma sembra proprio che l’agente del centravanti, nella settima in cui la Juventus affronterà il Napoli, sarà in Italia e questo può rappresentare un segnale importante per il futuro dell’attaccante.

Milik, riscatto vicino: il ruolo preferito del centravanti

Il riscatto del classe 1994, dunque, non sembra essere un problema; la Juventus è pronta ad acquistare, a titolo definitivo, un giocatore importante per la rosa a disposizione di Allegri. Nella prossima stagione, l’attaccante sarà una risorsa fondamentale per gli obiettivi dei bianconeri.

A livello tattico, Milik può essere impiegato in due diversi modi; il suo ruolo principale è, ovviamente, quella di prima punta. Giocatore forte fisicamente, abile nel gioco aereo e bravo sia a far salire la squadra sia a favorire l’inserimento dei centrocampisti.

Milik, all’interno del 3-5-2 di Allegri, può anche fare il ruolo di seconda punta anche se con caratteristiche diverse dal classico trequartista. Lui più un altro attaccante porterebbe maggior peso offensivo alla Juventus e darebbe una soluzione in più sulle palle inattive.

Far giocare l’ex Napoli nel ruolo di trequartista, inoltre, significa dare più spazio all’interno dell’area di rigore a Vlahovic; il centravanti polacco, e lo abbiamo visto in questa stagione, tiene occupati i difensori avversari permettendo al proprio compagno di reparto di avere più libertà di movimento.

Parliamo, dunque, di un giocatore fondamentale sul quale la Juventus vuole assolutamente puntare per il futuro.

Impostazioni privacy