Allegri, l’ultima alla Juve? Le possibilità

Allegri potrebbe disputare l’ultima partita sulla panchina della Juventus; andiamo a vedere i possibili scenari intorno al tecnico.

La Juventus si prepara a salutare la stagione con la speranza di ottenere l’accesso all’Europa League; servirà una vittoria e sperare nel passo falso della Roma, in casa contro lo Spezia.

allegri
Allegri (LaPresse)

Oltre che essere l’ultima giornata di campionato rischia di essere anche l’ultima gara sulla panchina bianconera di Allegri; il tecnico, da quando è tornato, non ha mai avuto il totale consenso della propria tifoseria.

L’allenatore è stato più volte criticato per un gioco ritenuto non all’altezza del calcio attuale; a questo bisogna aggiungere anche la mancanza di risultati con la Juventus che ha chiuso la stagione senza vincere neanche un trofeo.

La penalizzazione non può essere una giustificazione considerando il rendimento dei bianconeri ancor prima di ricevere il meno quindici in classifica.

Ecco perché, al termine dell’ultima partita di campionato, andranno fatte delle profonde riflessioni per capire chi sarà il prossimo allenatore della Juventus; ad Allegri si riconosce l’aver compattato il gruppo nel momento più difficile della stagione ma il gioco espresso non può non essere oggetto di discussione.

Allegri via dalla Juventus? Difficile dare una risposta considerando un contratto di ancora due anni a cifre molto importanti dal punto di vista economico; una situazione delicata con il club obbligato a fare la miglior scelta possibile per evitare di replicare quanto successo nelle ultime stagioni.

Allegri e il possibile sostituto: gli scenari

Come detto, dunque, bisognerà fare delle riflessioni per la panchina della Juventus del prossimo anno; il futuro di Allegri non è poi così sicuro. Chi potrebbe arrivare al suo posto? Non ci sono informazioni certe, al momento si tratta di semplici indiscrezioni che non trovano nessun tipo di conferma.

I tifosi bianconeri vorrebbero un tecnico che possa portare un gioco più offensivo e la capacità, da parte della squadra, di dominare la partita dall’inizio alla fine indipendentemente dall’avversario.

Bisogna, però, sottolineare una cosa molto importante: allenare la Juventus non è per nulla semplice.

La panchina bianconera porta pressioni non paragonabili in nessun altra squadra italiana. Se alleni la Juve devi essere consapevole di dover vincere obbligatoriamente e di poter finire sotto l’occhio del ciclone costantemente.

Per allenare la Juventus serve una personalità notevole; ecco perché, in caso di addio di Allegri, si dovrà scegliere con particolare attenzione il sostituto senza prendere una decisione affrettata o il rischio di un nuovo flop è dietro l’angolo.

Impostazioni privacy