Chiesa, il suo gol non basta: ecco cosa è successo

La rete di Chiesa non è bastata alla Juventus; l’esterno azzurro ha deciso il match con l’Udinese ma non è stata sufficiente per i bianconeri.

La stagione 2022/2023 è terminata e il bilancio, per la Juventus, non può essere positivo; i bianconeri hanno deluso sia in campionato (dove non sono mai stati in corsa per il primo posto) sia nelle coppe con l’eliminazione ai gironi di Champions e in semifinale di Europa League e Coppa Italia.

chiesa
Chiesa (LaPresse)

Alla Juventus, in questa stagione, è successo di tutto e questo non può non essere tenuto in considerazione; la penalizzazione ha sicuramente avuto un ruolo determinante ma non si può usare come giustificazione per quanto visto.

I bianconeri, all’ultima giornata di campionato, affrontavano in trasferta l’Udinese in un match che poteva dire tanto; serviva, infatti, una vittoria per sperare di qualificarsi alla prossima Europa League.

Successo arrivato grazie alla rete, messa a segno nel secondo tempo, di Chiesa; per diversi minuti il gol stava dando l’Europa League ai ragazzi di Allegri prima della doccia gelata. All’Olimpico, infatti, la Roma ha ribaltato lo Spezia restando davanti ai bianconeri in classifica.

Per la Juventus, dunque, sarà Conference League (a meno di sentenze UEFA) e questo non può rendere contenti i tifosi bianconeri. I ragazzi di Allegri erano partiti con ben altre ambizioni e trovarsi nella terza competizione europea non può certamente fare piacere.

Chiesa, un gol da Conference: competizione da vincere

La Juventus giocherà la prossima Conference League; una competizione decisamente alla portata dei bianconeri che devono assolutamente vincere la Coppa.

Parliamo sempre di un trofeo internazionale e questa cosa non bisogna mai sottovalutarla; i bianconeri, a livello europeo, non vincono da troppo tempo e il prossimo anno potrebbe essere quello giusto per cambiare il trend.

E’ chiaro: l’obiettivo principale è tornare a vincere il campionato ma la Juve, in Conference, ha la possibilità di mettere le seconde linee (fino agli ottavi di finale compresi) senza correre nessun rischio.

Ripetiamo: la Conference era la cosa più lontana dalle ambizioni dei bianconeri ad inizio della stagione.

Gli eventi, però, hanno portato a questo verdetto e la Juventus deve vedere la cosa come una possibilità di ripartenza.

La coppa, infatti, può essere l’occasione per aprire un nuovo ciclo vincente perché i bianconeri (e questo lo insegna la storia) dopo un periodo complicato riescono sempre a rinascere. E allora da adesso uno degli obiettivi della prossima stagione deve essere solamente uno: la vittoria della Conference League.

Impostazioni privacy