Juventus, un dubbio a centrocampo: Fagioli protagonista

Uno dei dubbi della Juventus, in questo inizio di stagione, riguarda Fagioli o Miretti. Ecco quale potrebbe essere la scelta migliore

La stagione dei bianconeri è iniziata tra alti e bassi; le belle prestazioni contro Udinese, Empoli e Juventus, infatti, sono state annullate dal pareggio contro il Bologna e la brutta sconfitta di Reggio Emilia. In casa del Sassuolo abbiamo visto i ragazzi di Allegri sbagliare dall’inizio alla fine e fornire prestazioni individuali veramente negative. Stiamo facendo riferimento soprattutto a Szczesny e Gatti, autore di un clamoroso autogol.

fagioli
Fagioli, ecco cosa può dare alla Juventus (Credits: LaPresse Fgaioli) – Juvedipendenza

 

La Juventus, però, andrà avanti per la sua strada con il 3-5-2 diventato ormai il vestito tattico della squadra bianconera; una scelta fatta da Allegri, nella passata stagione, in modo da risolvere una serie di problemi che in quel momento stavano colpendo la Juve. In questo sistema di gioco, il fulcro è ovviamente il centrocampo; un reparto dove i bianconeri non possono contare su Pogba. Il francese sta vivendo una situazione decisamente complessa con la Juve a dover fare a meno del suo apporto.

In questa stagione, in mezzo al campo, Allegri ha due titolari inamovibili; stiamo parlando di Locatelli e Rabiot. Il primo è il regista chiamato a dettare tempi e ritmi di gioco, quel giocatore a cui affidarsi nei momenti di difficoltà. Per quanto concerne il francese, invece, è una mezzala che offre un supporto offensivo in più alla propria squadra; i suoi tempi di inserimento rappresentano un pericolo costante per la difesa avversaria e la Juve non ha nessuna intenzione di rinunciare al classe 1995.

Con Locatelli e Rabiot imprescindibili manca un giocatore che vada a completare il terzetto di centrocampo; il posto se lo giocano in due, Fagioli e Miretti. In questo inizio di stagione stiamo vedendo una quasi precisa alternanza tra i due centrocampisti con Allegri che, almeno fino a questo momento, non sembra volerli mettere contemporaneamente dal primo minuto.

Fagioli offre una soluzione, forse, più offensiva; parliamo, infatti, di una mezzala che ha già dimostrato di avere dei buonissimi tempi di inserimento e, di conseguenza, rappresentare una soluzione in più all’interno dell’area di rigore avversaria. Tra le sue caratteristiche non possiamo non andare a sottolineare un dinamismo che alza il voltaggio del proprio centrocampo. Lui più Rabiot sono due mezzali che aumentano la pericolosità della squadra con Locatelli a dover dare equilibri alla propria squadra.

Miretti e le differenze con Fagioli: cosa può dare il centrocampista

Abbiamo parlato dell’alternanza tra Fagioli e Miretti; il secondo è un centrocampista in grado di aumentare la qualità in mezzo al campo e dare una mano a Locatelli nella costruzione del gioco. Anche lui, però, ha le possibilità di andare a rendersi pericoloso nei pressi dell’area di rigore avversaria. Tatticamente è molto duttile e può essere impiegato in diverse zone del campo.

miretti
Miretti, una soluzione importante per il centrocampo bianconero (Credits: LaPresse Miretti) – Juvedipendenza

 

Questa stagione sembra essere fondamentale per Fagioli e Miretti che avranno sicuramente un buonissimo minutaggio; la Juventus non giocherà le coppe però, vedendo anche l’inizio di campionato, i due giocheranno con grande continuità. Rispondere su chi è meglio è molto difficile; entrambi sono piuttosto utili alla causa bianconera.

Impostazioni privacy