McKennie, che giocata al Leeds: ecco cos’ha fatto nel riscaldamento, il web impazzisce

Senza parole per la giocata realizzata da McKennie nel corso del riscaldamento; il centrocampista ha mandato il web completamente in tilt.

mckennie
mckennie (Ansafoto)

L’ultima sessione invernale di mercato ha visto la Juventus salutare McKennie; il centrocampista è stato ceduto in prestito al Leeds con la speranza, della società bianconera, di ricevere i trentatré milioni di euro legati al diritto di riscatto del classe 1998.

Le speranze che il giocatore possa essere riscattato a fine stagione aumentano dopo la giocata realizzata, proprio da McKennie, durante il riscaldamento.

McKennie ha deciso di stoppare un pallone con entrambi i piedi uniti restando, per qualche secondo, in piedi sulla palla. Una giocata che ha lasciato tutti senza parole considerando anche le caratteristiche del centrocampista.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da UC | Calcio⚽️ (@universo.calcistico)

L’ex Schalke è un giocatore forte fisicamente, dinamico e con tanta corsa; tra le sue caratteristiche troviamo anche la capacità di attaccare lo spazio alla spalle della difesa avversaria e di essere pericoloso sulle situazioni di palla inattiva grazie alla sua abilità nel gioco aereo.

Tutte qualità molto importanti ma, a livello tecnico, non siamo sicuramente abituati a vedergli fare giocate di questo tipo. McKennie, con uno stop del genere, ha mandato completamente in tilt sia il popolo del web sia i tifosi di Juventus e Leeds.

Ora la speranza, per club e tifosi bianconeri, è che il centrocampista statunitense possa trovare la giusta continuità di rendimento per essere riscattato a fine stagione dal club inglese.

McKennie-Leeds, le condizioni per il riscatto: una è complessa

La Juventus spera nel riscatto di McKennie, da parte del Leeds, a fine stagione sia per avere liquidità da reinvestire sul mercato sia per non cedere definitivamente un giocatore che non sembra più far parte del progetto bianconero.

Sono due le condizioni per far sì che il prestito del centrocampista diventi obbligo: almeno dieci partite disputate con il Leeds da McKennie e la salvezza del club inglese. Se sulla prima non sembrano esserci problemi, lo stesso non si può dire per la seconda condizione.

Il Leeds è in piena lotta per non retrocedere e ha vinto una sola partita delle ultime cinque disputate; rendimento sicuramente poco incoraggiante per un club che ha nella fase difensiva un grande punto debole.

La salvezza dista solamente un punto, forbice non impossibile da colmare; il Leeds, però, deve cambiare marcia se vuole sperare di giocare in Premier League anche il prossimo anno. E’ probabile come, solo al termine della stagione, si scoprirà il futuro di McKennie; i bianconeri sperano, ovviamente, in buone notizie.

Impostazioni privacy