Kaio Jorge resta alla Juventus fino a giugno: il motivo è assurdo

Il futuro di Kaio Jorge sarà alla Juventus fino a giugno e il motivo è assurdo. In estate, però, l’attaccante è destinato a lasciare Torino.

La Juventus, all’interno della sua rosa, ha diversi attaccanti di livello ma non tutti rappresentano una soluzione importante per lo sviluppo delle partite.

Un centravanti utilizzato pochissimo da quando veste bianconero e che è praticamente impossibile vedere da qui a fine stagione è Kaio Jorge. Le aspettative sul classe 2002 erano altissime e si pensava di essere di fronte ad un futuro campione del calcio mondiale.

kaio jorge
Kaio Jorge (LaPresse)

Le cose non sono andate come previsto complice anche un brutto infortunio che lo ha tenuto lontano dai campi per diverso tempo; indipendentemente dal problema fisico, però, Kaio Jorge non è mai sembrato essere al centro del progetto tecnico bianconero.

Motivo per cui, in questa sessione di mercato invernale, si pensava ad una possibile cessione del giocatore magari in prestito. I club brasiliani, i più interessati, difficilmente potranno avere l’attaccante prima dell’estate.

Sottolineando come il mercato brasiliano sia ancora aperta, dobbiamo ricordare un fatto molto importante: Kaio Jorge non può partire in prestito dal momento che la Juventus ha già ceduto Aké e Mckennie con questa formula.

Ecco, dunque, che Kaio Jorge è destinato a restare in bianconero fino al termine della stagione quando è molto probabile che le strade dell’attaccante e della Juventus si separeranno.

tweet kaio jorge juventus
Tweet Kaio Jorge Juventus (Twitter)

Kaio Jorge: le qualità del centravanti che non è riuscito a prendersi la Juve

Come detto il brasiliano non è riuscito a prendersi la Juventus e, nella prossima sessione estiva di mercato, è molto probabile che venga ceduto per andare a giocare con maggiore continuità.

Parliamo di un giocatore con caratteristiche piuttosto precise; è un attaccante, classe 2002, che può essere utilizzato su tutto il fronte offensivo anche se nasce come punta centrale.

E’ un centravanti rapido, abile nell’uno contro uno e con una buonissima visione di gioco che gli permette di favorire gli inserimenti dei compagni.

Nel 3-5-2 di Allegri avrebbe potuto essere utilizzato o come prima punta o (ancora meglio) nel ruolo di trequartista alle spalle del centravanti.

Con un giocatore come Di Maria a fargli da “insegnante” sarebbe potuto crescere sotto tutti i punti di vista e maturare magari più rapidamente.

Le cose sono andate diversamente e il rischio che Kaio Jorge possa restare una promessa non mantenuta è decisamente alto; in estate verrà ceduto e la speranza è quella di vederlo con maggiore continuità per permettergli di dimostrare un potenziale tecnico indiscutibile.

Impostazioni privacy