Zaffaroni ha la mossa anti Juve: i veneti provano il colpaccio

Marco Zaffaroni vuole provare il clamoroso sgambetto alla Juventus e i veneti puntano su un’arma che metterà in crisi i bianconeri.

Dopo una serie di stagioni molto positive con Juric e Tudor, ora per il Verona le cose sembrano essersi messe molto male. Il terz’ultimo posto in classifica a cinque punti dallo Spezia non vuol dire ancora Serie B, ma ci vorrà un grande finale di stagione per i gialloblu per rimanere tra i grandi.

Zaffaroni sa che i punti salvezza non li dovrà fare a Torino contro la Juventus, ma il giovane tecnico sa che non ha nulla da perdere. Per questo motivo ci sarà sicuramente uno schema tattico abbastanza offensivo e pronto così a sorprendere i bianconeri.

Marco Zaffaroni
Marco Zaffaroni (Fonte: LaPresse)

Il fatto di giocare senza pensieri e completamente liberi potrebbe essere l’arma in più per il Verona, con Zaffaroni che ha in Lazovic la carta segreta. Il serbo è ormai un nome noto nel calcio italiano, ma se i veneti non sono ancora retrocessi probabilmente è merito suo.

Stando alle valutazioni si SofaScore, è l’unico giocatore nella rosa gialloblu ad avere una media voto superiore al 7, nettamente il migliore dei suoi, e in stagione ha saputo diventare letale in zona gol.

Tre reti e quattro assist non sono per nulla pochi per il fantasista di una squadra che è sempre rimasta nelle ultime tre posizione della classifica. Uno dei suoi punti di forza migliori è la costanza con quale tenta la conclusione.

La sua media a partita è infatti di 1.6 tiri nello specchio della partita in ogni singola gara nella quale è in campo e la media è simile anche per i passaggi decisivi: 1.4. I numeri sono confortanti, ma perché alla Juventus può fare male Lazovic?

Lazovic il pericolo per la Juve: Zaffaroni studia le mosse

Uno dei principali problemi del Verona in questa stagione è stata sicuramente la via del gol. Lazovic con i suoi tre gol è il miglior marcatore della squadra, superando tutti gli altri cannonieri a quota due.

Darko Lazaovic
Darko Lazaovic (Fonte: LaPresse)

Questo potrebbe rivelarsi un problema, e già nella gara d’andata al Bentegodi si erano palesati non poche difficoltà. La Juventus di Allegri soffre moltissimo le squadre che non danno punti di riferimento in attacco.

La difesa a tre infatti sarà un perfetto modo per neutralizzare Djuric, Gaich, Kallon o Lasagna, ma alle loro spalle tutto può succedere. Lazovic ha anche una grande conclusione da fuori e soprattutto spazia in ogni zona del campo.

La soluzione migliore, dato che preferisce partire dalla corsia di sinistra, potrebbe essere quella di avanzare leggermente Danilo. Il capitano di Madama è uno dei migliori interpreti del ruolo in fase difensiva e sa benissimo come anticipare i rivali anche giocando alto.

Essendo stato schierato in diversi casi a centrocampo sarà lui l’arma giusta, con Gatti che dunque dovrà adattarsi a sinistra, nonostante le grandi prove, oppure ci si potrebbe giocare la carta Rugani. La Juve non deve sottovalutare il Verona, perché il rischio della figuraccia è dietro l’angolo.

Impostazioni privacy