Salah, il Liverpool non decolla: la Juve può sognare il colpaccio?

Il Liverpool non sta vivendo una stagione felicissima con Salah che a fine stagione potrebbe lasciare i Reds. La Juve può sognare.

Nell’ultimo turno di Premier League, il Liverpool non ha potuto fare nulla di fronte alla straordinaria potenza del Manchester City. I Reds sono stati spazzati via, con il netto risultato di quattro a uno, nonostante l’ennesima prova di ottimo livello fornita da Salah.

L’attaccante classe 1992 è una delle poche note positive di una squadra lontana parente da quella che, negli ultimi anni, siamo stati abituati a conoscere.

salah
Salah (Ansafoto)

L’impressione è che il Liverpool sia alla fine del ciclo targato Klopp e, nella prossima sessione estiva di mercato, potrebbe esserci una piccola rivoluzione.

Occhio proprio alla posizione di Salah; non è da escludere una possibile cessione dell’esterno per trovare nuovi stimoli ed iniziare una nuova avventura.

Un giocatore con le sue caratteristiche fa gola a diverse squadre e tra queste, probabilmente, troviamo anche la Juventus.

Salah, da quando è in Premier League, è cresciuto tantissimo sia da un punto di vista tecnico sia sotto l’aspetto realizzativo diventando un giocatore da venti gol a stagione. Veloce, abile nell’uno contro uno e nel creare la superiorità numerica, Salah farebbe molto comodo alla rosa di Allegri.

La Juventus può sognare il colpo Salah? Onestamente no sia per il costo del cartellino con il Liverpool che non lo lascia partire per meno di cinquanta milioni di euro sia per l’ingaggio che bisognerebbe dare all’esterno ex Roma.

Qualora Salah dovesse lasciare il Liverpool (siamo sul piano della semplice indiscrezione), la Juventus non potrebbe fare nulla; l’esterno egiziano è decisamente fuori dalla portata del club bianconero.

Salah, la Juve non può prenderlo: sulla trequarti i bianconeri sono coperti

Se da un lato un giocatore come Salah avrebbe sicuramente fatto comodo alla Juventus, dall’altra dobbiamo ammettere l’impossibilità dei bianconeri di poter far partire una trattativa per l’esterno offensivo a causa degli elevati costi.

Bisogna anche aggiungere come Allegri, sulla trequarti, non ha poi così urgenza di nuovi innesti; nel 3-5-2, infatti, alle spalle della prima punta troviamo Di Maria. L’argentino, dopo una prima parte difficile, sta dimostrando tutte le sue qualità ed è sempre più indispensabile per questa Juventus.

I bianconeri faranno di tutto per prolungare il contratto dell’argentino; in caso Di Maria fosse assente, Allegri può contare su due diverse possibilità.

La prima è quella di far giocare, in quel ruolo anche se con caratteristiche diverse, Miretti; la seconda, invece, prevede l’utilizzo di due punte messe insieme in campo. Esperimento già provato (con successo) in altre circostanze.