Vlahovic e non solo: le esigenze vanno contro le voci di mercato

Le voci di mercato intorno alla Juventus sono diverse ma i bianconeri hanno la necessità di ripartire da alcune certezze come Vlahovic.

E’ stata una stagione a dir poco negativa quella vissuta dalla Juventus; la società bianconera, in questa finestra di mercato, deve dare ad Allegri la miglior rosa possibile per tornare, dal prossimo anno, a dominare il campionato italiano. Missione non semplice per diversi motivi tra cui la necessità di cedere qualche elemento (si punterà sugli esuberi) e il fatto di non partecipare alla prossima Champions League.

vlahovic
Vlahovic (LaPresse)

La Juventus, dopo due stagioni senza alzare nessun trofeo, deve cambiare marcia considerando la grandezza di un club che ha l’obbligo di vincere ogni anno. I bianconeri, sul mercato, hanno bisogno di più di un rinforzo: serve, almeno, un giocatore per reparto. In difesa tengono banco la condizione fisica di Bonucci, in mezzo al campo bisogna aspettare la decisione ufficiale di Rabiot e in attacco serve un giocatore che prenda il posto di Di Maria.

In una situazione del genere, i bianconeri devono ripartire dalle certezze e, rispetto alle voci di mercato, due giocatori con cui costruire il futuro sono Vlahovic e Chiesa. Sappiamo benissimo come sui due bianconeri ci siano diverse indiscrezioni con possibile offerte in arrivo che potrebbero cambiare la conformazione della Juventus.

I bianconeri, però, devono resistere; un giocatore come Vlahovic, infatti, va tenuto a tutti i costi. Parliamo di un centravanti dalle grandi potenzialità che, nell’ultima stagione, complice anche il sistema di gioco, non è riuscito ad esprimersi al meglio. Il probabile ritorno al 4-3-3 potrà sicuramente aiutare l’attaccante che, con due esterni di spinta, avrà diverse occasioni per far male alla difesa avversaria.

Vlahovic e non solo: la Juve ha bisogno anche di Chiesa

La stessa situazione di Vlahovic la sta vivendo Chiesa; l’esterno azzurro, dopo l’infortunio subito nella gara dell’Olimpico del gennaio 2022, è tornato nella gara interna con il PSG ma non è mai riuscito a recuperare al cento per cento la miglior condizione fisica.

Anche per lui vale il discorso del modulo; il 3-5-2 non lo ha aiutato. Chiesa ha bisogno di giocare esterno alto in un 4-3-3 con pochi compiti difensivi da svolgere e soprattutto di una squadra con un baricentro più alto per poter far male alla difesa avversaria negli ultimi venticinque metri.

Per l’esterno azzurro si parla di mercato ma, come per Vlahovic, anche per l’ex Fiorentina bisogna resistere; un giocatore con le sue caratteristiche è fondamentale per una squadra che vuole ripartire e tornare a vincere in Italia.

Impostazioni privacy