Juventus, passo indietro: solo pari con il Bologna

La Juventus fallisce l’appuntamento con la seconda vittoria consecutiva; contro il Bologna è Vlahovic a salvare i bianconeri

Il successo, alla prima giornata di campionato, contro l’Udinese aveva fatto bene sperare; si era vista, infatti, una Juventus diversa rispetto al passato sia per approccio alla partita, sbloccata subito sia per alcune novità tattiche importanti come l’aggressività, il baricentro più alto e la voglia di proporre idee nuove di gioco. Tre punti a cui serviva dare continuità ma soprattutto serviva far vedere quanto fatto ad Udine per poter iniziare un nuovo percorso tattico.

juventus bologna
Juventus, pareggio con il Bologna: passo indietro rispetto ad Udine (Credits: LaPresse Juventus Bologna) – Juvedipendenza

 

La seconda giornata di campionato, invece, ha riportato la Juve alla realtà; un primo tempo veramente brutto da parte dei bianconeri che sono stati schiacciati dal Bologna sul piano del gioco. Thiago Motta ha preparato benissimo la partita con i suoi abili nel coprire tutte le zone del campo, aggressivi, con un pressing alto e la voglia di ricercare immediatamente la profondità.

Tutto quello che doveva fare la Juventus è stato fatto dal Bologna che si è trovato meritatamente in vantaggio sul finale del primo tempo. I ragazzi di Allegri non sono mai riusciti a prendere le giuste contromisure e hanno faticato, anche più del dovuto, ad imporre il proprio gioco. Un passo indietro, dunque, per i bianconeri tornati quelli dello scorso anno; nella ripresa la reazione è arrivata anche se l’occasione per chiudere la partita è capitata al Bologna.

Episodio dove i ragazzi di Thiago Motta hanno protestato per un calcio di rigore (con conseguente espulsione per il giocatore bianconero) non assegnato. Nel post partita la dirigenza rossoblù era furiosa considerando come, rivedendo le immagini, il penalty sembrava piuttosto evidente. Juventus, dunque, salvata da un pizzico di buona sorte e successivamente da Vlahovic, unica vera nota positiva di questa seconda giornata di campionato che si è sviluppata in maniera completamente opposta alle iniziative.

Vlahovic conferma l’ottimo momento di forma: Allegri può sorridere

Un gol annullato (per fuorigioco attivo di Rabiot) e uno realizzato su perfetto cross di Iling Junior; l’attaccante della Juventus, dopo la rete con la Fiorentina, segna ancora e dimostra di essere in una condizione fisica decisamente importante. Vlahovic, però, non è bastato per ottenere i tre punti perché la squadra non ha girato come avrebbe dovuto. Certo, un pareggio è meglio di una sconfitta ma specialmente dopo Udine ci si aspettava una prestazione diversa.

dusan vlahovic
Dusan Vlahovic salva la Juve con un bel colpo di testa (Credits: LaPresse Dusan Vlahovic) – Juvedipendenza

 

La Juventus, dunque, fallisce la seconda vittoria consecutiva in un weekend dove sono cadute in tante; l’Atalanta, infatti, ha perso in casa del Frosinone e le due romane si sono dovute arrendere a Verona e Genoa. La prossima partita dei bianconeri rischia già di essere decisiva non tanto per la classifica (siamo solo all’inizio) quanto per capire che Juventus dobbiamo aspettarci, la Juve dell’anno scorso o quella bella di Udine che, al momento, rischia di essere una semplice illusione.

Solamente il campo potrà darci una risposta e allora non ci resta che aspettare il prossimo impegno dei ragazzi di Allegri per provare a capire quale squadra ci troviamo di fronte.

Impostazioni privacy